De Benedetti: con le sue Dolls punta alla sportswear couture

Con l’autunno-inverno 2006/2007 debutta la prima collezione di sportswear couture firmata da Alessandro De Benedetti, una sorta di alter ego street della moda concettuale che solitamente connota il giovane stilista genovese, ex allievo di Thierry Mugler.
Si chiama Alessandro De Benedetti Dolls e si ispira a un mondo immaginifico. È dedicata, infatti, a donne che preferiscono il mood ludico a quello intellettuale, “che esagerano e ne sono consapevoli, che giocano con se stesse in un’infanzia perpetua, ma senza malizia ”. Protagonista assoluto è il denim. La gamma di colori spazia dai verdi sottobosco ai viola elettrici, dai pastelli rosati al lilla. Il risultato è una collezione “graffiante e, allo stesso tempo, vezzosa, in cui scoprirsi sensuali anche vestendosi di felpa”.
Questa seconda linea è parte di un più ampio piano triennale 2006-2008, volto a lanciare a livello globale tutte le collezioni di De Benedetti che, conclusa l’esperienza con It Holding per la griffe Exté, lo scorso anno ha trovato un partner produttivo e distributivo, oltre che finanziario, in Gentex. Per il progetto De Benedetti la holding tessile milanese ha creato una unit ad hoc, la G-Fashion.
e.f.
stats