De Rigo: fatturato in calo dello 0,6% nei primi nove mesi del 2003

Il gruppo De Rigo, leader nel settore dell’occhialeria e quotato al NYSE di New York, nei primi mesi nove del 2003 ha registrato un giro d’affari pari a 387,8 milioni di euro, in calo dello 0,6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Le variazioni dei tassi di cambio hanno avuto un effetto negativo sui profitti, compromessi dalla conversione in euro del sell-out effettuato soprattutto in sterline, yen e in dollari di Hong Kong. A tassi di cambio costanti il fatturato consolidato del gruppo De Rigo è invece aumentato del 4,5%, nonostante la congiuntura sfavorevole nel mercato dell’eyewear.
In particolare, le vendite in Europa hanno subito un decremento del 2% arrivando a 348,7 milioni di euro, a causa del rafforzamento dell’euro nei riguardi della sterlina. Mentre in America e nel resto del mondo il sell-out ha registrato una crescita rispettivamente del 5,6% (9,4 milioni di euro) e del 17,9% (29,7 milioni di euro).
Nei primi nove mesi dell’anno il fatturato della divisione di produzione e distribuzione all’ingrosso è stato pari a 103,1 milioni di euro, in calo del 4,7% rispetto ai 108,2 milioni di euro realizzati nello stesso periodo del 2002: una diminuzione da ascrivere principalmente agli inferiori volumi commerciali messi a segno in alcuni mercati europei, in particolar modo in Italia, e verso Eyewear International Distribution (Eid), la joint venture con il gruppo Prada conclusa nel luglio del 2003. A tassi di cambio costanti, il giro d’affari della divisione è diminuito del 3%.
Il fatturato della divisione delle vendite al dettaglio ha registrato invece un aumento dello 0,4% toccando quota 276,1 milioni di euro, rispetto ai 275 milioni di euro realizzati nell’anno precedente. A tassi di cambio costanti, il sell-out al dettaglio è cresciuto del 6,9%.
a.t.
stats