De Rigo: il delisting dal Nyse prima del 10 febbraio

I titoli De Rigo cesseranno di essere trattati al New York Stock Exchange prima del 10 febbraio prossimo. Lo rende noto il gruppo dell’occhialeria in una nota, da cui si apprende che per quella data terminerà il programma di Adr (American depositary receipt), che vede come banca depositaria la Bank of New York.
Gli Adr sono, infatti, certificati rappresentativi di azioni, scambiati nelle Borse statunitensi ed emessi da una banca locale, attestanti il deposito di un certo numero di azioni straniere (in questo caso, De Rigo) presso una filiale estera della banca o altro istituto finanziario, che funge da depositario nel Paese di origine in cui è stato emesso il titolo.
Il delisting dal Nyse segue all’offerta pubblica di acquisto lanciata da DR3 (società interamente controllata da De Rigo Holding Bv, che fa capo ai fratelli Ennio e Walter De Rigo) su tutte le azioni ordinarie e gli Ads De Rigo (vedi fashionmagazine.it del 9 e 13 settembre).
Il gruppo di Longarone, oltre a essere uno dei maggiori produttori di occhiali di alta qualità è il maggiore distributore al dettaglio di prodotti ottici sul mercato iberico (General Optica) e britannico (Dollond & Aitchison). Tra i marchi in licenza elenca Chopard, Ermenegildo Zegna, La Perla e Jean Paul Gaultier. È inoltre partner di Lvmh per la realizzazione e commercializzazione di montature firmate Celine, Givenchy e Loewe.
e.f.
stats