Debutta il monomarca Blumarine a Firenze

Apre oggi, in via de' Tornabuoni 18/r, il monomarca fiorentino di Blumarine: il settimo punto vendita in Italia e il cinquantesimo al mondo. Per l’occasione Gianpaolo Tarabini parla delle strategie retail del gruppo, ma non solo.
“Di solito non ci interessano i mega negozi – spiega a fashionmagazine.it Gianpaolo Tarabini, amministratore unico di Blufin – ma preferiamo optare per delle ‘bomboniere’ in posti speciali, come questo spazio che si trova in una delle principali vie dello shopping di Firenze”.
L’allestimento della boutique – che si sviluppa su due piani per 75 metri quadri complessivi – è stato curato dallo studio di architettura Busato Seguso. Il concept store, con design innovativo e dettagli particolarmente ricercati, si contraddistingue per l’atmosfera femminile e romantica, in particolare sintonia con l’essenza del brand.
“Spesso è difficile programmare con precisione le aperture dei punti vendita – continua Tarabini – ma per quanto riguarda le prossime inaugurazioni posso confermare quella di Capri in marzo, cui seguirà un corner shop all’interno dell’Hotel Metropole di Montecarlo”. Ma il sogno ancora nel cassetto di Tarabini rimane un negozio a Beverly Hills, magari in Rodeo Drive.
L’amministratore unico di Blufin ha inoltre illustrato la nuova linea di jeanseria Paolo Tarabini per Blumarine, “una linea iniziata quasi per scherzo”, ma che vanta già importanti testimonial, quali Sharon Stone e Anastasia.
L’esperienza di vendita nei monomarca è determinante per la brand extension del gruppo, che ha recentemente allargato la sua offerta anche agli orologi. Il fatturato della Blufin nel 2005 ha registrato un aumento di circa il 10% rispetto all’anno precedente, con un particolare successo della collezione childrenswear Miss Blumarine che, come conferma Tarabini, “ha registrato un sell out record del 97%”.
Per l’inaugurazione di questa sera, alla quale sarà presente la stilista Anna Molinari, è previsto un parterre di ospiti di eccezione: da Beatrice Borromeo a Rosita Celentano, da Randi Ingerman all’ultima scoperta di Leonardo Pieraccioni, Giulia Elettra Gorietti.
g.ga.
stats