Decathlon: arriva Decat

Risultati in crescita per la catena francese Decathlon, leader nel dettaglio di articoli sportivi in Europa che prevede di raddoppiare i negozi in Italia e che si appresta a lanciare un nuovo format di punti vendita con insegna Decat. La differenza con quelli già esistenti? Si tratta di negozi che manterranno l’alto grado di tecnicità tipico del progetto Decathlon, ma con dimensioni minori e con un’immagine più ricercata, idonea ai centri città o ai centri commerciali. Si parte con un test in Francia al più tardi entro l’anno. Quanto all’andamento del 2001, il risultato operativo lordo è cresciuto del 9 per cento a 150 milioni di euro. Anche le vendite sono in ascesa con un incremento del 7,6% per un totale di 2,7 miliardi di euro. E continuano a ritmo serrato le aperture di nuovi store: nel 2001 sono state 26 le superfici inaugurate, 11 in Francia e 15 all’estero. Si registra inoltre l’ingresso in due nuovi Paesi, Polonia e Brasile, e l’uscita parallela da Argentina e Danimarca. I progetti per il futuro prevedono grandi investimenti in Polonia e Portogallo, in quest’ultima nazione si prevede di avviare almeno due punti vendita entro il 2003. Decathlon, inoltre, continuerà a puntare in maniera consistente su Spagna e Italia. Nel medio/lungo periodo i 16 punti vendita esistenti in Italia dovrebbero diventare 30 mentre i 31 spagnoli sono destinati ad arrivare a quota 50. Cinque nuovi store sono stati inaugurati nel 2001 in ciascuno di questi Paesi. Intanto si guarda con interesse alla Cina dove è in dirittura d’arrivo il primo negozio nell’area di Shanghai entro il 2003, al massimo 2004. Attualmente Decathlon opera in questo mercato con 4 factory outlet più uno in Tailandia.
c.me.
stats