Della Valle premiato in Bocconi

La Tod’s, società guidata da Diego Della Valle, ha ricevuto ieri durante una cerimonia all’Università Bocconi di Milano il Premio Risultati: un riconoscimento assegnato alle medie aziende italiane sulla base della creazione di valore economico in un periodo di quattro anni. Nel corso dell’incontro sono stati illustrati alcuni esiti dello studio da cui è emerso il nome di Tod’s.
La giuria che ha scelto Tod’s era composta da docenti della Bocconi (Giorgio Brunetti, Mario Massari e Paolo Mottura), insieme ad Alberto Nosari del Sole 24 Ore e Giorgio Marchegiani di Bain & Company. La motivazione è stata che "questa industria rappresenta un caso di brand in forte sviluppo con connotati 'globali' e ha costruito il successo finanziario e di mercato su una base stilistica, industriale e distributiva molto solida".
Interessanti alcuni aspetti dello studio che ha portato a privilegiare Tod’s rispetto ad altre realtà e che ha analizzato la performance di creazione di valore di 270 gruppi italiani di fatturato compreso fra 50 e 1.500 milioni di euro: è emerso che solo il 60% delle aziende esaminate ha creato valore per i suoi azionisti. Inoltre, i settori più dinamici in questo senso sarebbero quelli "tradizionali" del made in Italy - moda, meccanico, alimentare, chimico e arredo -, che resistono nonostante il peso dell’incertezza economica dal 2001 a oggi.
"Anche nei momenti di crisi – si legge nello studio – è possibile generare grande valore attraverso il controllo dei costi, le ristrutturazioni e le rifocalizzazioni del business".
A margine della consegna del Premio Risultati, Diego Della Valle ha dichiarato che l’obiettivo della sua società per i prossimi tre anni è distinguersi come l’azienda di pelletteria con i maggiori utili. Ha inoltre parlato della gara d’acquisto dell’Ente Italiano Tabacchi (Eti), esprimendo fiducia sulla possibilità che la Imprenditori Associati guidata da Luca di Montezemolo (in cui partecipa anche il gruppo Della Valle) la vinca e rilevi l’Eti.
a.b.
stats