Deludente performance 2005 per Saks

Nel bilancio chiuso lo scorso 28 gennaio, il retailer statunitense Saks ha accusato una flessione dei ricavi del 7,5% e un netto ridimensionamento degli utili. Tutta colpa, come spiegano dal gruppo, della chiusura di alcuni negozi delle catene Proffitts e McRae’s e dei costi di ristrutturazione.
Il turnover annuale è sceso, infatti, a 5,9 miliardi di dollari (+2,1% la performance valutata a periodi confrontabili), mentre l’utile è più che dimezzato, passando da 61 a 22,3 milioni di dollari. Nel quarto trimestre, in particolare, Saks ha subito una perdita netta di 2,2 milioni di dollari, da un risultato positivo di 96,6 milioni. I ricavi trimestrali hanno accusato una contrazione del 14,2%, totalizzando 1,77 miliardi di dollari.
Secondo il ceo Stephen Sadove il 2006 sarà un anno di transizione per il gruppo, che punta a focalizzarsi su Saks Fifth Avenue e sul business online. Ora è in fase di vendita la divisione Northern Department Store, che riguarda 142 negozi, cui potrebbero aggiungersi 40 spazi Parisian e 57 punti vendita Club Libby Lu.
uh
stats