Department store: un summit internazionale a New York

È in programma domani e dopodomani presso The TimesCenter Stage di New York, nei pressi di Times Square, la seconda edizione del Global Department Store Summit, organizzato da Saks Fifth Avenue e dall'Intercontinental Group of Department Stores (Igds): in primo piano relatori da tutto il mondo, compreso l'italiano Vittorio Radice, ceo de La Rinascente.
La parola-chiave della due giorni è "vincere", attraverso nuove strategie di prodotto e di gestione delle risorse umane, ma anche grazie alle armi della tecnologia e del visual merchandising. Durante la prima giornata, introdotta da Steve Sadove (chairman e ceo di Saks Fifth Avenue) spiccano riflessioni sul "product development" (a cura di Roger Farah, presidente e coo di Polo Ralph Lauren), sul binomio tra magia e logica per conquistare il mercato (affrontato da William P. Lauder, executive chairman di Estée Lauder Companies) e sulle prospettive dei consumi nella seconda metà del 2010, tracciate da Michael McNamara, senior vice president di MasterCard SpendingPulse. L'11 giugno il discorso di apertura è affidato a Simon Susman (membro del board di Igds, oltre che chief executive di Woolworths South Africa), che passerà poi la parola, tra gli altri, a Sir Stuart Rose di Marks & Spencer, Myron Ullman di Jc Penney e Vittorio Radice, che si soffermerà sullo "spirito della città" che si riflette nel punto vendita. Le conclusioni spetteranno a Paolo De Cesare, vice president Europe di Igds e chairman e ceo di Printemps.
La kermesse - che nella sua prima edizione, datata 2008, era stata organizzata a Londra, in collaborazione con Selfridges - prevede tra i momenti clou la consegna del premio "Department Store of the Year": in lizza Bloomingdale's, Lane Crawford e Selfridges. Il prossimo appuntamento con il Global Department Store Summit è fissato nel maggio 2012 a Parigi.
a.b.
stats