Design Miami: Fendi partecipa all'F Factory e altre griffe si mobilitano

In occasione di Design Miami, forum che dall'1 al 5 dicembre costituisce un polo d'attrazione per artisti, galleristi, collezionisti e critici da tutto il mondo, Fendi si inserisce nel contesto di F Factory, spazio culturale e commerciale sulle limited edition, allestito all'interno del Moore Building da lunedì prossimo a Natale. Ma non è l'unico nome della moda a essere presente nella città della Florida in questi giorni.
All'F Factory Fendi porterà le sue borse più preziose, in un'ambientazione studiata ad hoc per sottolineare i concetti di eccellenza e originalità: non mancheranno, infatti, artigiani esperti venuti apposta da Roma, per personalizzare a una a una le storiche creazioni della maison. Inoltre, il graffiti artisti Andre darà vita a tre pannelli, che saranno ricamati a mezzo punto da alcuni allievi dell'istituto Dash (Design and Architecture Senior High) e trasformati in una serie di "baguette" Fendi, inimitabili e diverse l'una dall'altra.
Ma anche al di fuori del Moore Building - edificio costruito nel 1921, dove troneggia l'installazione permanente "Elastica" di Zaha Hadid - altre realtà del prêt-à-porter approfitteranno della kermesse di Miami per organizzare varie iniziative: è atteso per il 4 dicembre il party di Lanvin per l'opening di un monomarca a Bal Harbour. La stessa sera, come anticipa fashionweekdaily.com, ci sarà un "Pucci dinner" in compagnia di Peter Dundas nel locale più in del momento, The Webster, mentre il 5 i riflettori si accenderanno su Viktor & Rolf al Caviar Kaspia, ma anche sull'insolito binomio Moncler e Pharrell Williams al Casa Tua.
a.b.
stats