Designer thailandesi a scuola di made in Italy

È stato presentato ieri a Milano il "Thai brand project", un’iniziativa finanziata dal Dep, dipartimento per l’export promotion del ministero del Commercio thailandese, per la promozione internazionale del comparto tessile e abbigliamento.
La finalità del progetto, che raggruppa circa 60 aziende thailandesi del settore, è quella di fornire un supporto ai produttori perché sviluppino la capacità creare brand e possano così inserirsi nei mercati europeo e statunitense.
Il metodo del ministero è quello di selezionare dei consulenti nei Paesi di interesse, che aiutino stilisti e operatori del settore ad acquisire maggiore abilità e tecnica nella realizzazione dei loro prodotti, per poterli rendere competitivi.
In Italia il Dep si è affidato a Mitor, società che offre servizi di consulenza per il comparto dell’abbigliamento e che attualmente gestisce un team di stilisti, guidati da Alberto Incanuti, che hanno il compito di trasferire ai designer asiatici il loro know how: dall’idea, al modello, fino alla tecnica di realizzazione dell’abito (solo un’azienda si sta specializzando in interior design). L’altro versante su cui Mitor è impegnata è l’implementazione del settore marketing, una risorsa fondamentale per aprirsi una breccia nel mercato e che nelle aziende thailandesi è pressoché inesistente.
Tra gli ulteriori progetti in cantiere, che il Dep sta portando avanti avvalendosi sempre della professionalità di Mitor, ci sono il "Thai Textil Project", cui aderisce un gruppo di industrie manifatturiere che condividono l’obiettivo di migliorare la loro capacità nel design, nella produzione e nel marketing del tessile e dei filati e un’altra iniziativa battezzata "Thai Cluster". In quest’ultimo caso si tratta di aziende thailandesi che non hanno un proprio brand ma offrono una serie di prodotti su ordinazione (dal capospalla, ai jeans, alla camiceria) a gruppi italiani o stranieri che ne siano interessati.
Sono già stati in visita all’hotel Straf, dove si teneva la presentazione, importanti nomi italiani della moda come Max Mara, Gruppo Marzotto, Miroglio, Stefanel, La Rinascente, Coin e Upim.
m.g.
stats