Di scena questa mattina presso lo Studio Light la precollezione donna di Fendi

Karl Lagerfeld in persona ha presentato questa mattina, presso lo Studio Light, la precollezione donna di Fendi per la primavera-estate 2004. Una scelta che va in direzione delle esigenze di un mercato in forte evoluzione, che chiede tempi sempre più anticipati.
Lo ha sottolineato Giancarlo Di Risio, amministratore delegato della maison, il quale ha aggiunto: “Se un marchio aspira a essere leader deve necessariamente percepire il cambiamento. Non a caso i momenti di crisi sono sempre sinonimo di trasformazioni all’interno del mercato”. Dedicata al giorno e alla sera, la precollezione che ha sfilato allo Studio Light questa mattina è un total look ben equilibrato a livello di offerta di prodotto con prezzi in linea rispetto a quelli della stagione precedente, a detta di Di Risio. Come ha spiegato l’ad della griffe, sottolineando l’importanza di questa uscita anticipata, “la precollezione copre al momento il 50% del fatturato generale della collezione donna”. Ma quali sono i mercati più sensibili alle ragioni dell’anticipazione? “Oggi il mercato va concepito come una realtà globale – ha chiarito Di Risio –. Sicuramente però l’America e l’Asia (dove l’effetto Sars si va ridimensionando) sono i Paesi che spingono maggiormente in questa direzione”.
t.m.
stats