Diesel sempre più proiettata nella sfera del lifestyle. Nel futuro gli oggetti per la casa

La casa di Diesel è sempre più accogliente e ricca di novità. Ieri a Milano, al Superstudiopiù, si è festeggiata la cucina frutto della liaison con Scavolini. Per il futuro Renzo Rosso (nella foto con Valter Scavolini) sogna una linea di oggettistica e un negozio dove accogliere tutto il lifestyle del brand. Per il presente, l'imprenditore veneto si affida alle cure del Governo Monti, "perché senza di loro dalla crisi non si esce".
"Il progetto casa fa parte di una necessità prioritaria di brand extension - ha spiegato a fashionmagazine.it Renzo Rosso -. Oggi per una label internazionale è imprescindibile espandersi in aree diverse, dando vita a uno stile di vita che possa amplificare il desiderio nei consumatori". E ha proseguito: "Ci sono Paesi che spingono in questa direzione. È il caso del Giappone, nostro primo mercato, dove abbiamo appena lanciato con successo la nostra moto (la Ducati Monster Diesel, frutto della collaborazione con Ducati, ndr) e dove il nostro vino è apprezzatissimo". "Nel futuro, dunque - ha anticipato - penso a una linea di oggetti per la casa che possa completare il nostro universo, dove oggi ha fatto il suo ingresso la cucina con Scavolini: una creazione come la desideravo, piena del nostro dna, con un sapore rétro e industriale e con il know how di un'azienda come Scavolini".
Ora che la casa è quasi completamente arredata (oltre a Scavolini, ci sono le liaison con Moroso per i mobili, Foscarini per l'illuminazione e Zucchi per il corredo) e che il campo d'azione del mohicano si sta ampliando, Rosso sogna "un negozio per accogliere il mio lifestyle, uno store da aprire nel giro di un anno, che vedo perfettamente collocato in città come Tokyo o New York".
Tornando in Italia, l'imprenditore ha parole molto nette nei confronti della crisi che il Paese attraversa: "Spero che il Governo Monti possa andare avanti nei suoi progetti. Per fortuna ci sono loro, perché l'Italia paga lo scotto di anni di politica sbagliata e corrotta. Adesso è il momento di fare pulizia. Di dare spazio a gente nuova e non inquinata". "Purtroppo - ha concluso - la situazione è davvero grave e davanti a noi ci sono anni difficili. Spero che la gente capisca la necessità dei sacrifici e l'urgenza di collaborare per uscire da questa situazione. Altrimenti lo spettro del default si avvicina inesorabilmente".
c.me.
stats