Dior annuncia la chiusura di alcuni monomarca

Christian Dior Couture ha annunciato la chiusura di alcuni negozi della griffe considerati non redditizi, non precisando tuttavia quanti dei 237 store Dior presenti nel mondo sono destinati ad abbassare la saracinesca. Nel 2008 la maison parigina aveva concentrato le proprie aperture in Asia e Medio Oriente, per un totale di 16 nuove location.
Christian Dior Couture ha concluso l’esercizio 2008 con un calo di fatturato del 3% a 765 milioni di euro. Le perdite fatte registrare dai monomarca sono state nell’ordine del 5%, per un importo di 565 milioni di euro, mentre le vendite wholesale sono rallentate dell’1%, a quota 164 milioni di euro. L’utile netto è passato da 74 a 9 milioni di euro.
Nel primo trimestre il fatturato del marchio è regredito dall’8% a 169 milioni di euro. Gli investimenti nell’anno in corso sono concentrati sulla Russia e sulla Cina. Non si fermano inoltre le iniziative di comunicazione: di oggi il lancio su www.ladydior.com del cortometraggio incentrato sulla borsa Lady Dior, che vede protagonista Marion Cotillard. Il film, diretto da Olivier Dhan e ispirato all’estetica di Alfred Hitchcock, rappresenta il seguito cinematografico della campagna stampa realizzata da Peter Lindberg.
t.w.
stats