Dismi 92: Dianora Allegri presidente ed Enrico Ceccato nuovo a.d., in vista del rilancio di Allegri

Dopo il closing dell’operazione, che ha visto il fondo di private equity Orlando Italy Sicar acquisire il 40% di Dismi 92, realtà toscana cui fa capo il marchio Allegri, scattano le nomine in seno all’azienda in vista del piano di rilancio del brand. Nuovo amministratore delegato è Enrico Ceccato, fra i partner di Orlando. Dianora Allegri lascia la poltrona di vice presidente esecutivo per divenire presidente della compagine di Vinci.
Oltre a Ceccato, arriva anche Gianmaria Argentini, che va a rivestire un nuovo ruolo per Dismi 92, quello di direttore amministrazione finanza e controllo. Come tiene a precisare a fashionmagazine.it Dianora Allegri: “L’accordo non segna una crisi finanziaria o una ristrutturazione per Dismi 92 ma scaturisce dalla precisa volontà di rilanciare l’etichetta Allegri per farla crescere in un mercato difficile, grazie all’apporto di un management d’eccezione”. Per maggiori dettagli sull’intesa si legga la notizia su fashionmagazine.it del 22 gennaio 2008.
Le fa eco Ceccato, che farà la sua prima uscita ufficiale in occasione del press day di mercoledì nella showroom di via Stendhal: “La decisione di entrare nell’azienda nasce anche da un rapporto personale che ho con Dianora Allegri, imprenditrice che conosco da tempo. L’idea è stata proprio quella di dare un grande futuro a un’etichetta forte, che in seguito alla scomparsa di Augusto Allegri era rimasta un po’ ferma per via della mole di lavoro riversatasi interamente sulle spalle di Dianora”. E prosegue: L’ingresso di un fondo di private equity come il nostro, con esperienze nella sfera del lusso, può certo essere una base importante per partire alla volta del rilancio della linea”.
Il percorso strategico sarà formalizzato alla vigilia dell’estate e le sue prime concrete espressioni saranno visibili con la collezione autunno-inverno 2009-2010. “Lavoriamo già sulla primavera-estate 2009 – puntualizza Ceccato –. Tuttavia una linea legata al weather come la nostra si esprime compiutamente con la stagione fredda”. Quanto al rapporto con Victor & Rolf, attualmente in fase di conclusione, il manager non si sbilancia. “Si tratta di un discorso che non abbiamo ancora valutato e che sarà preso in considerazione più avanti”, spiega.
E, visto che Dismi 92 è una realtà con tre anime, Ceccato non scorda le altre due, ossia le attività di supporto a griffe del calibro di Giorgio Armani e Neil Barrett che contribuiscono in parti uguali, insieme ad Allegri, al fatturato di 49 milioni di euro dell’azienda, generato per il 50% dalle vendite all’estero. “Anche per quelle è previsto un consolidamento”, conferma Ceccato.
c.me.
stats