Dolce & Gabbana: crescita a due cifre per fatturato e utile netto

Crescita a doppia cifra per Dolce & Gabbana. La griffe milanese ha archiviato l'ultimo bilancio annuale (chiuso il 31 marzo) con un incremento sia del fatturato consolidato, balzato del 23,2% a quota 585,1 milioni di euro, sia dell'utile netto passato da 41,4 a 55,5 milioni di euro (+33,8%).
Si chiude così un altro esercizio positivo per il gruppo fondato e guidato da Domenico Dolce e Stefano Gabbana che ha visto significativi aumenti in tutte le principali grandezze economico-finanziarie. Infatti, anche il margine operativo lordo è cresciuto del 34,5% arrivando a 120,2 milioni di euro, mentre il reddito operativo, pari a 99,8 milioni di euro è salito del 38,5%. Si riduce invece l'indebitamento netto sceso da 91,9 a 33,8 milioni di euro.
A un'analisi per singole categorie merceologiche, l'abbigliamento che rappresenta il 50,1% del totale fatturato wholesale (867,5 milioni di euro), ha registrato una crescita del 10,7%. Gli accessori in tessuto e la pelletteria e calzature sono aumentati rispettivamente del 15,5% e del 12,5%, confermando il peso percentuale sul totale del 5,1% e dell'8%, mentre profumi, orologi e occhiali hanno realizzato un incremento delle vendite pari al 22,2%, portando l'incidenza della categoria al 36,8%. A livello aggregato a incidere maggiormente sul giro d'affari sono le linee donna che fatturano a livello wholesale il 61,5%, mentre quelle maschili rappresentano il 38,5% del totale, in crescita del 3,8% rispetto all'esercizio precedente.
L'Italia e l'Europa sono i mercati più importanti dove il gruppo realizza rispettivamente il 31,8% e il 41% delle vendite all'ingrosso. A seguire ci sono gli Stati Uniti con l'11,9% e l'Asia, Giappone compreso, con il 9,3%.
Tali risultati, come riporta l'annual review del gruppo, sono il frutto di una strategia di focalizzazione e investimento sul core business attraverso il presidio del mercato con punti vendita di proprietà, la strutturazione dell'azienda a livello organizzativo e l'ampliamento delle sedi produttive. Nell'anno fiscale, infatti, Dolce & Gabbana ha proseguito il piano di sviluppo della rete retail aprendo 19 punti vendita diretti per un totale di 73 monomarca. Nel frattempo all'interno della struttura sono state costituite due nuove aree, una dedicata allo sviluppo del mercato asiatico e l'altra per il coordinamento internazionale dell'immagine dei brand. Nel corso dell'esercizio sono proseguite le opere di potenziamento degli stabilimenti di Legnano e Incisa in Val d'Arno, che con i progetti da ultimare entro i primi mesi del 2005, porteranno rispettivamente a raddoppiare e triplicare la capacità produttiva dei due poli industriali.
v.s.
stats