Domani al via i saldi in Lombardia e in diverse altre regioni italiane

Domani inizia ufficialmente la stagione degli sconti estivi a Milano e in tutta la Lombardia, ma anche in numerose altre regioni italiane. Secondo Renato Borghi, vicepresidente di Confcommercio e presidente di Federmodaitalia "i saldi rappresentano un’importante occasione per le famiglie e offrono ai dettaglianti la possibilità di un parziale recupero del sell out".
“Le vendite estive non stanno andando bene - precisa Borghi - sia per la generalizzata crisi dei consumi, trasversale a tutti i settori e che sta investendo in maniera pesante il comparto abbigliamento, accessori e calzature, sia per i fattori legati a condizioni climatiche poco favorevoli. I mancati introiti da parte degli operatori potranno, pertanto, essere recuperati con i saldi”.
Secondo Confcommercio, ogni famiglia spenderà in media poco più di 280 euro per l’acquisto di articoli con cartellini ribassati. Il valore complessivo dei saldi estivi si aggirerà intorno ai 4 miliardi di euro, con un’incidenza dell’11,2% sul fatturato annuo del settore.
Oltre alla Lombardia, domani si potrà fare shopping conveniente in Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Marche, Molise, Puglia, Calabria e Sicilia. A seguire la Sardegna (8 luglio), la Basilicata e la Valle D’Aosta (10 luglio) e, fanalino di coda, la Toscana (12 luglio). Piemonte, Campania e Liguria hanno invece dato il via alle svendite rispettivamente il primo, il 2 e il 4 luglio.
e.c.
stats