Domani parte la decima edizione di Milano Unica

Sarà il viceministro allo Sviluppo Economico, Adolfo Urso, a inaugurare domattina la decima edizione di Milano Unica, il salone italiano dedicato ai tessuti in scena negli spazi di Fieramilanocity fino a giovedì 18 febbraio: 441 - in calo di 42 unità rispetto a settembre 2009 - gli espositori presenti alla rassegna, di cui 358 italiani.
Alla cerimonia delle 11, introdotta da Pier Luigi Loro Piana (presidente di Milano Unica e Ideabiella), saranno presenti, fra gli altri, l’onorevole Santo Versace (al vertice di Altagamma), Umberto Vattani (presidente dell’Ice), Michele Tronconi (presidente di Sistema Moda Italia) e Paolo Zegna (vicepresidente di Confindustria). La kermesse, che punterà i riflettori sulle collezioni per la stagione primavera-estate 2011, avrà tuttavia un numero inferiore di exhibitor: una flessione “da considerarsi fisiologica per due ragioni - riporta una nota stampa -. Da un lato, la selezione che la crisi economica internazionale ha determinato nel numero di imprese nazionali e del Vecchio Continente, dall’altro l’assestamento sempre più deciso verso il top di gamma, confermato dalla presenza delle più autorevoli realtà del tessile-accessorio esclusivamente italiano ed europeo”. Gli organizzatori auspicano di rinnovare il moderato ottimismo trasmesso agli espositori dalle 12.500 aziende e griffe intervenute allo scorso appuntamento di settembre, forti anche di alcuni segnali significativi provenienti dal fashion system. Il secondo semestre del 2009, infatti, ha evidenziato indicazioni positive sul versante abbigliamento e grande è l’attesa che si traducano in stimoli per la produzione a monte della filiera, a partire dalla tessitura.
La tre giorni meneghina, in cui convergono i quattro appuntamenti Ideacomo, Ideabiella, Moda In e Shirt Avenue, conferma il suo impegno a divenire luogo d’incontro fra la creatività dei più apprezzati talenti emergenti della scena internazionale e il meglio della produzione del settore. Prosegue infatti il progetto On Stage: nell’area Trend (coordinata da Angelo Uslenghi e completamente rinnovata nel concept da Angelo Jelmini) saranno ospitati alcuni dei capi ideati dagli stilisti che hanno sfilato allo scorso rendez-vous, realizzati con i tessuti offerti dalle aziende di Milano Unica. On Stage tornerà sotto i riflettori il prossimo settembre con dieci nuovi nomi della moda.
Fra le altre iniziative in calendario, domani si terranno due seminari con Li Edelkoort, la famosa trend forecaster che illustrerà le evoluzioni in corso negli stili di vita, mentre mercoledì sera, con il balletto “Don Chisciotte”, il Teatro alla Scala sarà interamente riservato agli ospiti della rassegna.
d.p.
stats