Domani si apre Baselworld: attesi 90 mila visitatori

Anche quest'anno, il salone dell'orologeria e della gioielleria Baselworld si annuncia come uno dei più grandi eventi mondiali dedicati al settore. Da domani al 6 aprile sono attesi nella città svizzera di Basilea 2.127 espositori, in arrivo da 45 Paesi, e circa 90 mila visitatori da 100 nazioni diverse.
Cifre, queste, che non si discostano da quelle registrate durante la scorsa edizione (marzo-aprile 2005), se non per un lieve aumento degli espositori in arrivo da Europa e Asia.
Tra le novità di quest’anno, la principale è il rinnovamento della Hall of Vision, che ospita i marchi di gioielleria più importanti al mondo. Per venire incontro alle richieste espresse nelle precedenti edizioni dagli espositori, è stata ideata una nuova sezione, chiamata First Avenue, piattaforma di lusso, dal design unico, che ospiterà stand a più piani (come accade già in altri padiglioni), dando vita a un’atmosfera elegante ed esclusiva, che ben si adatta alla tipologia di prodotti in esposizione.
La decisione di creare questa nuova sezione rispecchia la volontà degli organizzatori di rafforzare la reciproca compenetrazione tra gioielleria e orologeria. Quest’ultimo rimane tuttavia il settore protagonista di Baselworld: nonostante comprenda appena il 15,3% dei brand presenti alla fiera (326 su 2.127), il comparto potrà contare, con 60.516 metri quadrati, sul 54,4% della superficie netta a disposizione. Ai produttori di gioielli (rappresentati da 614 marchi) sono stati assegnati invece 25 mila metri quadrati (il 22,4% del totale). 14.239 (il 12,8%) sono i metri quadrati per aziende degli ambiti affini e 11.572 quelli destinati ai National Pavillons (il 10,4%).
Per quanto riguarda invece gli espositori, la maggioranza (il 65,3%) proviene anche quest’anno dall’Europa, un quarto circa (il 26,5%) arriva dall’Asia, il 4,9% dal Nord America e il 3,4% dal resto del mondo. Il Paese più rappresentato è la stessa Svizzera, con 427 espositori (il 20,1% del totale), seguita dall’Italia (361 aziende, il 17%), da Hong Kong (359, il 16,9%), dalla Germania (268, il 12,6%) e dalla Francia (89, il 4,2%).
g.m.
stats