Dopo il debutto di Virtus Palestre, atteso il rilancio di Martin Guy

Debutta in febbraio 2006, con la collezione autunno-inverno 2006-2007, il new deal della collezione Martin Guy, che fa capo alla Matinal di Martino Scabbia Guerrini. Nuovo polo del lifestyle informale e dello sportswear made in Italy, la società raggruppa tre brand storici dell’abbigliamento italiano: Martin Guy, Virtus Palestre e Starpoint.
Un passato come manager presso realtà come Sportswear Company, Gruppo Della Valle, fondo di investimenti Opera, Scabbia Guerrini ha deciso ora di dedicarsi full time al progetto Matinal. Ogni brand è protagonista di un piano di rilancio partito quest’anno con Virtus Palestre e destinato a proseguire con Martin Guy, come già detto, e con Starpoint, nel 2007. "Obiettivo, il posizionamento dei tre label in un segmento alto del mercato, sempre nel pieno rispetto della qualità dell’esecuzione e dell’essenza dell’idea - spiega Scabbia Guerrini -. I progetti sono gestiti da una struttura operativa in cui la proprietà controlla strategia, identità e attività di front-line, unendosi a parner industriali idonei allo sviluppo del prodotto, alla gestione operativa e amministrativa". Martin Guy rappresenterà l’innovazione nello sportswear evoluto ed elegante, Starpoint riprenderà l’ispirazione “marina” per creare pezzi "heritage". Virtus Palestre, che ha già debuttato nella primavera-estate 2005 con un progetto uomo e donna presentato a Pitti Uomo, si ispira allo sport e all’eleganza degli anni Sessanta. Oggi è distribuito in circa 80 negozi di spicco in Italia del calibro di Biffi a Milano, Forni a Genova, Eredi Chiarini a Firenze. Il design e lo stile di Virtus Palestre, a partire dalla primavera-estate 2006, sono affidati a Rossella Zanotti, proveniente dallo Studio Massimo Osti.
c.me.
stats