Drexler: dai vertici di The Gap a J Crew

Dopo le dimissioni dai vertici del fashion retailer The Gap, Millard Drexler diventa ceo di J Crew, gruppo della distribuzione di abbigliamento sempre made in Usa, che necessita di una decisa sistemazione dei conti per tornare all'utile. A Jeff Pfeifle la presidenza.
Drexler va a sostituire Ken Pilot - altro ex di The Gap - nel ruolo di a.d. della newyorchese J Crew, dove Pilot è rimasto in carica per appena cinque mesi.
Jeff Pfeifle, attualmente vice presidente del brand "Old Navy", diventa presidente della compagnia a decorrenza immediata. Prende la poltrona di Emily Woods, che resta tuttavia nel consiglio di amministrazione.
Drexler ha lasciato The Gap da alcuni mesi ed è stato sostituito in autunno da Paul Pressler (vedi fashionmagazine.it del 27 settembre 2002).
Il cda di J Crew reputa il contributo dell'ex-ceo di Gap (Drexler entra nella società anche in qualità di investitore) e del suo team fondamentale per raggiungere l'obiettivo di portare J Crew in profitto. Nel terzo trimestre dell'anno la società ha subito una perdita di oltre 655mila dollari, con un calo delle vendite a 189,9 milioni (-11%). Nel 2001 la perdita netta era risultata di 11 milioni di dollari contro un utile di 11,9 milioni del 2000.
fb
stats