Due acquisizioni e una jv per Burani Designer Holding

Nel pubblicare i risultati 2007 rettificati, Burani Designer Holding (Bdh) annuncia due nuove acquisizioni nel settore food - Gelosia e Dulcioliva - e la costituzione di una joint venture con la libanese Malia Holding, per dare vita a un network retail in Oriente.
Malia Holding produce e commercializza prodotti farmaceutici, cosmetici, profumi, tabacco e alimentari. Insieme alla società dei Burani, cui fa capo oltre il 60% del Mariella Burani Fashion Group (vedi news di oggi), punta a realizzare in Libano, Giordania, Iran e Siria una rete di negozi per la vendita, tra gli altri, di abbigliamento e accessori in pelle. Prevista pure una divisione fine food, con l'obiettivo si sviluppare l'insegna di gelati Chocolat, rilevata a gennaio.
Rientrano nell'ottica di costituire un network di boutique “dedicate” anche le due new entry, Gelosia e Dulcioliva. La prima, catena che vende gelati e caffè, è in realtà già in mano ai Burani perché controllata, attraverso Natfood, da Bioera (prodotti fitoterapici, cosmetici, integratori, per citare alcune aree di attività). Dulcioliva è invece una società cuneese specializzata nella produzione di cioccolato di alta qualità, di cui Bdh- il cui campo d'azione comprende anche la moda e il settore wellness-skincare - sta per rilevare il 70% del capitale.
In giornata la holding quotata all'Aim di Londra ha reso noto anche il bilancio 2007 rettificato, che mostra una riduzione del conto economico a seguito della cessione, circa un anno fa, della divisone “multibrand retail” (vedi fashionmagazine.it del 2 luglio 2007). In particolare, si riducono di 25,5 milioni di euro le voci dei ricavi, del margine operativo lordo e del risultato netto che, dopo la certificazione, si attestano rispettivamente a 718,3, 81,5 e 52,8 milioni di euro (vedi fashionmagazine.it del 22 maggio scorso). Tenuto quindi conto di un ulteriore differimento delle imposte per 8,7 milioni di euro, il risultato annuale passa da un utile netto di 11,4 milioni di euro a una perdita di 6,6 milioni.
e.f.
stats