Escada: i fratelli Herz riducono le proprie quote

I fratelli Wolfgang e Michael Herz, azionisti di maggioranza di Escada, hanno deciso di ridurre le proprie partecipazioni nella società dal 24,9% al 19,53%. Intanto si avvicina la scadenza per trovare un investitore in grado di risollevare le sorti della casa di moda, che ha presentato istanza di fallimento lo scorso agosto.
La notizia è riportata sia dal sito textilwirtschaft.de, sia da reuters.com: la mossa degli Herz non dovrebbe comunque preludere a una loro uscita dalla compagine azionaria, all'interno della quale è predominante il ruolo del magnate russo Rustam Aksenenko, con un 20,88%.
Il futuro della griffe è nelle mani del curatore fallimentare Christian Gerloff, che ha incaricato la divisione Merger & Acquisition di Kpmg, realtà con sede a Monaco di Baviera, di gestire le negoziazioni con chi si farà avanti per rilevare Escada o sostenerla con un adeguato piano di finanziamenti.
Gerloff confida di avere ricevuto offerte interessanti, che sta attualmente vagliando insieme ai vertici dell'azienda e ai responsabili di Kpmg: la scelta deve essere oculata, ma il tempo stringe. Sembra, infatti, che le risorse economiche a disposizione del management siano ormai agli sgoccioli, al punto che potrebbero esaurirsi entro i prossimi due-tre mesi.
a.b.
stats