Escada: prende corpo la cordata di Sven Ley con Borletti e Santucci

È ormai quotidiano l'aggiornamento su Escada: l'ultima news in ordine di tempo è che pare cosa fatta l'alleanza tra Sven Ley, figlio del fondatore Wolfgang, e gli italiani Maurizio Borletti e Giacomo Santucci (nella foto) per una scalata alla casa di moda con sede nei pressi di Monaco di Baviera, che ha presentato istanza di fallimento la scorsa estate.
Come risulta da una notizia di reuters.com, il consorzio formato da Ley avrebbe finalmente un nome, Zsl Partners, e soprattutto una cifra da proporre per rilevare la griffe: quasi 80 milioni di euro. Gli obiettivi della cordata sarebbero ambiziosi: puntare a un rilancio in grande stile di Escada, che si concretizzerebbe in un fatturato di 500 milioni di euro entro il 2014 (nella prima metà del fiscal year 2009 il brand ha totalizzato 151 milioni, in calo di quasi il 24% rispetto all'analogo periodo dell'anno precedente).
Santucci, in questo contesto, potrebbe diventare chief executive, forte delle sue esperienze in Gucci, Prada e Dolce & Gabbana. Non si sa che ruolo avrebbe Maurizio Borletti, presidente de La Rinascente. Tra un paio di giorni, comunque, dovrebbero giungere informazioni certe anche a proposito dell'altro nome in lizza, quello della facoltosa indiana Megha Mittal.
stats