Escada trasloca da Milano a Roma

Escada, gruppo del lusso tedesco quotato a Francoforte, ha annunciato, al termine della sfilata nell'ambito dell'Alta moda capitolina, il trasferimento degli uffici italiani da Milano a Roma, con l'obiettivo di allargare il mercato nel Mezzogiorno. "Milano è troppo vicina a Monaco, sede della casa madre - hanno spiegato dagli uffici milanesi della società tedesca - e la nostra strategia è quella di trovare nuove aree di vendita: puntiamo al Centro-Sud Italia, mercato difficile ma avvincente". Escada, marchio nato nel 1976 e divenuto famoso per la preziosità dei tessuti utilizzati (oggi è impegnato sui fronti abbigliamento, accessori, occhiali, lingerie e gioielli), sta affrontando una fase di ristrutturazione dopo la crisi di fine 2001 e la conseguente frenata delle vendite negli Usa. Tra le contromisure avviate dal gigante tedesco: la riorganizzazione del gruppo (con l'ipotesi di cedere alcune delle controllate), un giro di vite nei costi e una drastica riduzione del personale. Nel primo semestre dell'anno fiscale 2002 il giro d'affari di Escada è salito dell'1,1% a 410,5 milioni di euro, mentre il risultato dopo le imposte si è attestato attorno ai 6,3 milioni di euro. Di recente Escada ha tagliato 290 posti di lavoro e attualmente ha 4.976 dipendenti.
l.t.
stats