Escada vende Laurèl, Apriori e Cavita alla holding tedesca Mutares Ag

La cessione di Primera, data per imminente nei giorni scorsi, non avverrà in blocco. La controllante Escada svela oggi le modalità dello "spezzatino": i brand Laurèl, Apriori e Cavita saranno infatti rilevati da Mutares Ag, holding company di Monaco specializzata in società di media dimensione, mentre Biba sarà oggetto di una transazione separata.
Più in dettaglio, Mutares è disposta ad acquisire, per un valore non ancora reso noto, il 90% delle attività di Primera relative ai brand Laurèl, Apriori e Cavita. Il 10% resta al momento in capo al gruppo Escada che prefigura un ulteriore accordo, in un prossimo futuro e con un non meglio precisato investitore, per la vendita del quarto marchio di Primera, Biba.
“Il nostro obiettivo è sviluppare il significativo potenziale dei brand di Primera”, ha commentato Robin Laik, fondatore e membro dell'executive board di Mutares. “Con il team di Münster (dove ha sede Primera, ndr), puntiamo a ridare slancio ai tre marchi, riconquistando quote di mercato”, ha ribadito Thomas Kleinhenz, in passato managing director di Puma Germany e attuale direttore per le M&A della holding.
Le tre etichette (la prima posizionata nel segmento premium di mercato, le altre due in quello medio) hanno generato 100 milioni di ricavi lo scorso esercizio. La cessione del business legato a Primera, disposta nel dicembre 2008, resta un'operazione chiave del nuovo corso di Escada, come spiegano dal gruppo tedesco, che intende focalizzarsi sull'omonima griffe ma che ora sta rischiando il fallimento (vedi fashionmagazine.it di ieri).
e.f.
stats