Esordisce l’accoppiata Pitti Immagine Filati e Prima-Moda Tessuto

I filati per maglieria scendono in campo insieme ai tessuti. Da domani a giovedì 9 luglio la Fortezza da Basso ospita infatti in contemporanea la 65esima edizione di Pitti Immagine Filati e la prima assoluta di Prima-Moda Tessuto, appuntamento di anticipazione sui materiali dell’autunno-inverno 2010/2011, lanciato da Pratotrade in sinergia con Pitti Immagine.
“Si tratta di una sfida interessante - ha detto Raffaello Napoleone, amministratore delegato della società fieristica fiorentina, a proposito della concomitanza di eventi -. Affiancare alle nostre aziende, che rappresentano la fascia più alta della produzione italiana e internazionale di filati per maglieria, un settore immediatamente affine nella filiera produttiva è senz’altro utile per rafforzare e completare l’offerta fieristica nazionale”.
Sullo sfondo - come ha ricordato lo stesso Napoleone - “la pesante congiuntura a livello globale” che determina non poche difficoltà a monte della filiera del tessile-abbigliamento made in Italy, investita da un processo di ridimensionamento. Gli animi al vigilia del doppio appuntamento sono tuttavia improntati alla fiducia. “Nel 2008 la filatura italiana ha fatturato quasi tre miliardi di euro e nonostante tutto il saldo commerciale italiano del settore è ancora in attivo, con esportazioni per 875 milioni di euro”, ricorda l’a.d. di Pitti Immagine.
A Pitti Immagine Filati partecipano 118 marchi (37 dei quali all’interno della sezione sui servizi Fashion at Work, che trova spazio al Padiglione Cavaniglia insieme al nuovo Spazio Ricerca); di questi 26 provengono dall’estero. La superficie espositiva è di 23mila metri quadri e, stando ai numeri della passata edizione estiva, il flusso di visitatori dovrebbe attestarsi sui 5.527 compratori, il 46% dei quali in arrivo da oltre i confini nazionali.
Il debutto di Prima-Moda Tessuto vanta cinquanta marchi, di cui 37 della zona di Prato, 11 di altri distretti italiani e due stranieri, provenienti da Germania e Giappone, e si concretizza nei 6mila metri quadri riservati al piano attico della Fortezza.
e.a.
stats