Esprit investe sul mercato statunitense

La società con sede a Hong Kong conta di investire 15 milioni di dollari l'anno, nel prossimo quinquennio, per un'espansione del brand Esprit negli States. Un programma che prevede l'opening di una serie di store a insegna Esprit, quindici nella sola New York entro fine 2005.
Verrà portata comunque avanti la collaborazione con partner già rodati, come Nordstrom Inc e Marshall Fields. Gli investimenti si concentreranno in un primo momento sulla East e sulla West Coast, per poi spingersi all'interno del Paese, attraverso partnership con retailer locali, comunque di grandi dimensioni. Attualmente, Esprit realizza negli Stati Uniti vendite oscillanti fra i 30 e i 40 milioni di dollari.
"Questa operazione è per noi prioritaria - ha dichiarato il ceo di Esprit, Heintz Krogner - e quindi per il momento non pensiamo a ulteriori iniziative, come l'acquisto di un'altra azienda". Krogner mette così a tacere le voci secondo cui Esprit avrebbe potuto essere interessata a rilevare griffe importanti, una per tutte Jil Sander. Mantiene tuttavia aperto uno spiraglio, affermando che "l'ingresso nella nostra orbita di un altro brand di gamma alta potrebbe verificarsi, ma non a breve e non in questo o nel prossimo anno".
si
stats