Eton cede la maggioranza a Litorina

Annunciata una partnership tra due realtà svedesi: Litorina IV, società attiva nel private equity, diventerà l'azionista di maggioranza di Eton, storico marchio specializzato nella produzione di camicie, cravatte e accessori maschili. La famiglia Davidson, che ha fondato la label nel 1928, manterrà una quota del 35%.
Eton distribuisce più di 600mila camicie l'anno in 35 nazioni e realizza un fatturato di oltre 300 milioni di corone (circa 33,5 milioni di euro). Come si legge in una nota, i Davidson - che comunque conserveranno un ruolo attivo nella gestione aziendale - sono giunti alla decisione di avviare questa intesa "per favorire lo sviluppo strategico del marchio". "Siamo certi che Eton confermerà il suo elevato livello di crescita, all'insegna della migliore qualità possibile" ha commentato Tintin Jonasson, terza generazione della famiglia fondatrice, nonché ceo di Eton Systems AB.
"Grazie a una consolidata presenza nei Paesi del Nord e nei migliori department store di tutti i key market, la leadership del brand è un dato di fatto" ha aggiunto Harold Kaiser, managing partner di Litorina Capital Advisors, mentre l'amministratore delegato di Eton, Hans Davidson, ha puntualizzato che "il nostro sarà uno sforzo congiunto nel perseguire un'espansione nelle aree nuove ed emergenti". A presiedere Eton sarà Nils Vinberg, già ceo di Björn Borg.
a.b.
stats