Euratex e Etuf-Tcl promuovono le buone pratiche nelle relazioni industriali

Valeria Fedeli, presidente del sindacato dei lavoratori del tessile-abbigliamento-moda europei (Etuf-Tcl) e Michele Tronconi, presidente di Euratex, l’associazione degli imprenditori europei del comparto, sottoscrivono oggi a Bruxelles un documento come impegno a promuovere, presso le rispettive associazioni nazionali, le buone pratiche europee nelle relazioni industriali, a partire dal modello italiano.
Etuf-Tcl ed Euratex avevano dato vita a un progetto - concluso nel maggio 2007 - che tendeva proprio a identificare una serie di regole-base, anche prendendo spunto da esperienze interessanti in altri settori di attività, per trarne otto raccomandazioni: migliorare l’immagine del settore, promuovere l’innovazione e la reattività, costruire un dialogo sociale di qualità, sviluppare l’impiegabilità, agire sulla formazione, evitare soppressioni brutali di posto di lavoro, aiutare le Pmi e favorire un approccio integrato a tutti i livelli.
Sempre nel documento, Euratex e Etuf-Tcl converranno di monitorare l’attuazione progressiva delle suddette raccomandazioni nel Comitato del dialogo sociale settoriale TA.
d.p.
stats