Europeana Fashion: dal 2015 online tutto l'heritage della moda made in Europe

Un portale che raccoglie oltre 700mila prodotti digitalizzati (come abiti e accessori, foto, riviste locandine, disegni, video e cataloghi) che hanno fatto la storia della moda europea: si tratta di Europeana Fashion che debutterà - nelle stime della Commissione europea, finanziatrice del progetto - nel marzo 2015.
Il piano di lavoro è stato presentato nelle scorse settimane a Firenze e rientra nell'ambito dell'Ict Policy Support Programme, che si pone l'obiettivo di promuovere la competitività attraverso una maggiore diffusione e un migliore utilizzo delle tecnologie dell'informazione da parte di cittadini, amministrazioni e imprese.
Sono 23, da 12 Paesi, i partner coinvolti in Europeana Fashion, tra i maggiori musei pubblici e raccolte private, che metteranno a disposizione i loro archivi e collezioni. Tra questi gli italiani Pitti Immagine, Rossimoda, gli archivi Missoni ed Emilio Pucci nonché la fondazione Rinascimento Digitale, ma ci sono anche istituzioni come il Victoria & Albert Museum di Londra, Les Arts Décoratifs di Parigi e il Modemuseum di Antwerpen, in Belgio.
Europeana è una biblioteca online multilingue che accoglie milioni di prodotti digitalizzati tra cui 20 milioni di libri, ma anche film, quadri, oggetti e documenti d'archivio, messi a disposizione da circa 1.500 content provider dell'Ue. Il maggiore finanziatore è la Commissione europea, che con la nuova iniziativa focalizzata sulla moda ha riconosciuto al settore un ruolo di primo piano nellEuropean cultural heritage".
e.f.
stats