Exit-exportitalia: di scena a Bologna le "piccole" del sistema moda

Domani e dopo si terrà al Tiapoint - padiglione 32 del Centergross di Bologna - la 20esima edizione di Exit-exportitalia. La rassegna - organizzata dalla Federmoda Cna del capoluogo emiliano - vede protagoniste le collezioni di abbigliamento e accessori proposte da aziende artigianali e piccole imprese, a favore di un pubblico di compratori proveniente soprattutto dall’estero, in particolar modo dal Giappone.
Oltre 60 saranno i marchi presenti, la maggior parte dei quali “made” nelle province di Bologna e Modena, ma arriveranno produzioni anche dal resto del territorio nazionale. Grazie all’iniziativa, infatti, le piccole realtà del sistema moda del nostro Paese possono entrare in contatto con rappresentanti di rilievo del trade a livello internazionale.
Oltre che dal Sol Levante, si sono avute adesioni di buyer da Germania, Austria, Francia, Europa dell’Est e Usa. Da quest’ultimo mercato, in particolare, sono previste nuove presenze, grazie a un’azione di promozione sviluppata con l’ufficio Ice di New York. Inoltre, un’analoga attività è stata condotta con la sede dell’Istituto per il Commercio Estero di Riyadh in Arabia Saudita.
Exit-exportitalia si avvale del contributo della Camera di Commercio Industria e Artigianato di Bologna e della collaborazione, oltre che di Ice, di Anibo, Assomoda Italia e Jetro. Nelle due giornate di fiera ci sarà spazio anche per sfilate dedicate alle collezioni per la primavera-estate 2005.
e.a.
stats