Expo 2010: a Shanghai anche l'Italia protagonista

La presenza italiana all'Expo 2010 di Shanghai, da maggio a ottobre del prossimo anno, è stata al centro di un incontro che si è tenuto ieri in Confindustria: il Padiglione Italia, una struttura a pianta quadrata estesa su oltre 6mila metri quadri per un'altezza di 18 metri, simboleggia la ricchezza della nostra identità nazionale.
Progettato dagli architetti Giampaolo Imbrighi, Teresa Crescenzi, Antonello De Bonis, Cosimo Dominelli, Francesco Iodice, Giuseppe Iodice e Marcello Silvestre, l'edificio, tra i 12 più grandi della kermesse che coinvolge 230 partecipanti, interpreta il tema portante dell'Expo ("Better city, better life") alla luce della cultura italiana, espressione di una superiore qualità della vita: richiama infatti nella struttura un modello urbanistico in cui predominano corti, vicoli, strade strette che sfociano quasi imprevedibilmente in piazze.
Lambito su tre lati da lame d'acqua, il Padiglione utilizza un materiale innovativo, il cemento trasparente, in grado di conferire una luminosità particolare agli ambienti, e si avvale di impianti fotovoltaici integrati nei vetri delle coperture esterne.
Un esempio di eccellenza pronto ad accogliere milioni di visitatori (si calcola che la manifestazione coinvolgerà oltre 70 milioni di persone, contro i quasi 30 milioni preventivati per l'Expo 2015 a Milano), in un territorio chiave per il made in Italy.
Come ha ricordato ieri Emma Marcegaglia, presidente di Confindustria, dall'entrata della Cina nel Wto nel 2004 a oggi sono state quasi 2mila le imprese del nostro Paese che hanno lavorato con il Celeste Impero. "Ma non dobbiamo dimenticare che la nazione asiatica è anche un partner politico di primaria importanza", ha sottolineato il ministro degli Esteri Franco Frattini, lasciando intendere che al G8 della Maddalena potrebbero aprirsi prospettive interessanti dal confronto con il presidente Hu Jintao.
Expo 2010, dunque, come opportunità di riflessione ma naturalmente anche di business: proprio ieri, in concomitanza con il meeting in viale dell'Astronomia, è stato per esempio annunciato il lancio di G180, progetto nato dalla partnership tra Alessandro Rosso Group e Lowe Pirella Fronzoni per offrire pacchetti speciali di viaggi incentive alle aziende presenti alla manifestazione di Shanghai.
a.b.
stats