Export di prodotti tessili italiani verso il Giappone: bene abbigliamento e filati

L’Italia è al secondo posto, dopo la Cina, nella classifica dei Paesi fornitori del Giappone nel settore dell’abbigliamento: nei primi nove mesi di quest’anno le esportazioni italiane di vestiario verso il Sol Levante hanno fatto registrare un aumento del 5,9%, in controtendenza rispetto alla riduzione del 6,2% delle importazioni totali giapponesi. In aumento (del 28,7%) anche le esportazioni di filati, il cui valore è stato pari quest’anno a 2,7 miliardi di yen. Per quanto riguarda invece i tessuti la riduzione del 15,6% dell’export del nostro Paese verso il Giappone è in linea con il calo delle importazioni totali giapponesi che è stato del 16,3%.
e.a.
stats