"Fa' la cosa giusta!": questo weekend a Milano torna il salone della sostenibilità

Sta per tornare "Fa' la cosa giusta!", il salone della sostenibilità a Fieramilanocity da domani al 1 aprile. Oltre 700 le aziende espositrici, su un'area di 29mila metri quadrati, quella dei padiglioni 2 e 4 della sede fieristica al Portello, animata da 160 incontri e spettacoli gratuiti. Tra le 11 sezioni tematiche della manifestazione non mancherà quella dedicata alla "critical fashion", dove saranno presentate numerose iniziative che coniugano moda e sociale.
Una su tutte, "Ricomincio da capo" di Caritas Ambrosiana. "Un gruppo di donne in cassa integrazione s'impegnano in creazioni sartoriali a partire da capi di abbigliamento di seconda mano - spiega Chiara Cuzzola, responsabile del progetto della fiera, organizzata da Terre di Mezzo -. Così una minigonna diventa una pochette e un paio di vecchi pantaloni un abito da sera". Non solo shopping etico ma anche interattività, grazie ai workshop all'interno dei laboratori aperti ai visitatori, come quello per imparare a personalizzare una shopper con il proprio brand utilizzando scampoli di scarti industriali (sabato alle 14, Piazza Critical Fashion). "Reshirt Upcycle" (sabato dalle 14 alle 15, Spazio ArtinFiera) insegnerà invece a ricavare accessori e nuovi indumenti da quelli usati, mentre al Loom Café sarà possibile apprendere l'antica arte della tessitura davanti a una tazza di té e una fetta di torta (venerdì e sabato alle 16 e domenica alle 18). "Let's Fold" è inoltre riservato a chi desidera mettersi alla prova nella realizzazione di piccoli gioielli a partire dalla lavorazione del metallo (domenica dalle 13 alle 14.30, Spazio ArtinFiera). Per gli appassionati di Oriente l'appuntamento è con il corso di Omiyage, durante il quale saranno illustrati i rudimenti per cimentarsi con contenitori e borsette della tradizione giapponese (domenica dalle 10 alle 12, Spazio ArtinFiera). "Uniti da un filo di...", infine, consente di contribuire alla preparazione delle "Sciarpe dell'amicizia", da donare al comitato Unicef di Bologna (sabato in vari turni dalle 13 alle 21, Piazza Critical Fashion).
La mostra-mercato, giunta alla sua nona edizione, dedica spazio ad altri 10 temi, dal turismo consapevole (sezione speciale 2012) al cibo, passando per cosmesi naturale, narrativa, abitare green, mobilità sostenibile, educazione infantile, commercio equo e solidale, pace e partecipazione e servizi per la sostenibilità. Per la prima volta l'evento sarà internazionale, con la partecipazione del Brasile come Paese ospite. A questo proposito verrà presentato il programma di turismo di comunità, una scelta di viaggio che permette di sperimentare direttamente la vita quotidiana degli abitanti dei luoghi visitati. Sarà promosso inoltre Viravida, il progetto contro il turismo sessuale minorile e, per concludere, "Cozinha Brasil", il piano per ridurre al massimo lo spreco di alimenti.
c.le.
stats