Fashion Kids for Children in Crisis: raccolti oltre 100mila euro

Oltre 100mila euro a favore di Children in Crisis: questo il ricavato della sfilata di ieri sera dedicata alla moda infantile, che ha chiuso la fashion week nel capoluogo lombardo. Come sottolineano gli organizzatori della Camera Nazionale della Moda e di Vogue Bambini, questa cifra - ottenuta sommando le quote di partecipazione delle maison in passerella, i biglietti venduti e le sponsorizzazioni - sarà interamente devoluta a favore di due iniziative dell'associazione benefica.
Si tratta del "Progetto Pepita", che punta all'istituzione a Milano di un'orchestra classica permanente composta da giovanissimi, e delle borse di studio "Dalla parte delle bambine", da destinare a 80 piccole della Tanzania.
Sotto i riflettori della Sala Duomo, allestita a lato de La Rinascente, si sono alternati i modelli per l'autunno-inverno 2011/2012 di Laura Biagiotti Dolls, Simonetta, Richmond Jr., Miss Blumarine, Ermanno Scervino Junior, Fay Junior, GF Ferré, I Pinco Pallino e Roberto Cavalli Angels/Devils. Ad accompagnare i piccoli indossatori e indossatrici una serie di testimonial (Laura Chiatti, Marco Materazzi, Alessandra Moschillo e Cristina Parodi), oltre a Emanuela Folliero che ha presentato lo show, applaudito anche da suo figlio di tre anni, Andrea.
"Con questo evento - ha commentato Mario Boselli, presidente di Cnmi - sfatiamo il luogo comune secondo il quale la moda è chiusa e autoreferenziale: qui vedo tanta gente diversa dagli addetti ai lavori, in un clima gioioso e con tanta voglia di fare del bene". "Siamo pronti a ripetere in futuro un'esperienza che ci fa archiviare l'attuale tornata di sfilate con una carica di energia positiva e di sorrisi - ha anticipato - sperando di raccogliere sempre più fondi e di aiutare un numero sempre maggiore di piccoli in difficoltà". La serata, che ha registrato il tutto esaurito, è stata sponsorizzata da Unicredit, Testanera e B by Limoni.
a.b.
stats