Fay: la seconda volta di Deacon, la prima di Guasco

Autentica, moderna, abituata a un passo veloce ma non disposta a sacrificare eleganza e stile. Questa la donna a cui Fay dedica la collezione primavera-estate 2009, arricchita dalla capsule collection di Giles Deacon e rafforzata dalla nomina di Giulio Guasco a general manager del brand.
Per la seconda stagione, infatti, il fashion designer londinese realizza per Fay pochi ma speciali pezzi dalla forte personalità, elaborando a modo suo la filosofia del marchio del Gruppo Tod’s, che da sempre punta sull’innovazione di materiali e di fogge, perfetti per i ritmi urbani ma pieni di glamour.
Il pezzo icona della linea F by Giles Deacon si chiama Pheonia ed è un trench - capo simbolo di Fay e immancabile nel guardaroba femminile - proposto in una singolare stampa fotografica di peonie fucsia su nylon satin, oltre alla polo di piquet che diventa abito con strascico e bande laterali di raso.
Per la prima volta in assoluto, invece, il gruppo che fa capo a Diego Della Valle ingaggia un direttore generale dedicato al marchio. Giulio Guasco - senior director marketing, womenswear e childrenswear di Polo Ralph Lauren - approda così nell’azienda, da sempre guidata da un unico general manager comune per Tod’s, Hogan e Fay. Il trend di crescita costante ha però imposto una nomina per ogni marchio: Guasco si unisce a Claudio Castiglioni, g.m. di Tod’s e a Nicola Giorgi, g.m. di Hogan. Obiettivo: mettere a punto una strategia estera per Fay, che realizza il 95% delle vendite in territorio italiano e che, oltre alle creazioni di Deacon, propone per la prossima stagione estiva trench di vinile dai colori vitaminici e dai maxi bottoni, borse tagliate al laser e una serie di polo dall’allure rétro, in filo di cotone dalle sfumature sofisticate.
e.b.
stats