Ferré: chiude anche la boutique di Milano e Paris Group diserta il tavolo del ministero

Paris Group ha disertato l'incontro al ministero dello Sviluppo economico sul futuro del marchio Gianfranco Ferré e sul destino dei lavoratori in agenda ieri a Roma. A complicare il quadro arriva anche la notizia della chiusura - da oggi - della storica boutique della griffe in via Sant'Andrea.
"Non si sono presentati all'incontro - hanno riferito a fashionmagazine.it dai sindacati - e non hanno dato alcuna spiegazione. La loro assenza è la conferma che la credibilità dell'azienda è ormai pari a zero. A questo punto, l'auspicio è che il tribunale valuti con attenzione le istanze che gli sono state rivolte dal ministero, che aveva chiesto il sequestro del marchio".
Quanto alla cessazione della boutique di Milano - ormai l'ultima rimasta in Italia -, pare si tratti di una soluzione temporanea. Gli addetti alla vendita del negozio, infatti, parlano di una riapertura "al più presto possibile". Ma date e location, per ora, non sono ancora state comunicate.
Il tutto in attesa di capire cosa ne sarà della sede milanese della Gianfranco Ferré, in via Pontaccio. Sembra, infatti, che il contratto d'affitto sia in scadenza ad agosto e che per allora la griffe debba traslocare.
an.bi.
stats