Ferragamo: dopo meno di due anni lascia il ceo Eraldo Poletto

A meno di due anni dalla nomina Eraldo Poletto lascia Salvatore Ferragamo, di cui era amministratore delegato. Una decisione - si legge in una nota diffusa dalla casa di moda fiorentina - presa in accordo e sintonia tra le parti.

 

L'annuncio arriva all'indomani del successo registrato dalla collezione Fall-Winter 2018/2019 che ha sfilato a Milano Moda Donna, ma anche dopo risultati di bilancio preliminari deludenti: fatturato pari a 1,39 miliardi (-3,1% rispetto all'anno precedente). Inoltre nel quarto trimestre i ricavi sono diminuiti dell' 8,4%.

 

I dati di bilancio 2017 verranno approvati durante il cda dell’8 marzo, data in cui potrebbero essere fornite informazioni sul nome del sostituto di Poletto e le tempistiche del suo insediamento.

 

Anche il feeling tra la Borsa e il ceo non è stato dei migliori: nel corso del 2017 il titolo Ferragamo è passato da un massimo di 30 euro fino ad attestarsi intorno ai 20 euro.

 

Performance lontane da quelle illustrate da Poletto all'Investor Day svoltosi all'inizio del 2017, che prevedevano un rilancio netto della società: svolta digitale conseguita mediante lo sviluppo dell'e-commerce e la contrazione dei punti vendita fisici; crescita del mol ottenuta mediante riduzione dei costi. Con l'obiettivo di crescere a velocità doppia rispetto a quella del mercato.

 

La notizia dell’addio di Poletto è stata accolta positivamente dagli investitori: il titolo di Ferragamo alla Borsa di Milano ha raggiunto rialzi anche del 3,5 per cento per chiudere a fine seduta a +2,7%.

 

stats