Ferragamo: la holding di famiglia esercita l’opzione e sale al 58,24% del capitale

Ferragamo Finanziaria ha esercitato un’opzione d’acquisto sul 2% della maison Salvatore Ferragamo che farà salire la quota di controllo al 58,24% del capitale. L’operazione è avvenuta al prezzo di collocamento del titolo in Borsa (lo scorso 29 giugno), pari a 9 euro per azione, per un controvalore di circa 30,3 milioni di euro.
L’operazione, come spiega un comunicato, “si colloca nel quadro degli accordi di cui al contratto stipulato tra Ferragamo Finanziaria e Majestic Honour Limited in data 28 febbraio 2011, successivamente modificato in data 13 aprile 2011, come descritto nel prospetto informativo relativo all'offerta pubblica e all'ammissione a quotazione delle azioni Salvatore Ferragamo”.
Il trasferimento delle azioni e il pagamento, che porteranno la holding di famiglia a controllare il 58,24% della griffe toscana, sono previsti per il 21 luglio prossimo.
La Majestic Honour Limited di Hong Kong, che fa capo al magnate cinese Peter Woo, ha rilevato l’8% del capitale della Salvatore Ferragamo lo scorso marzo e attualmente risulta il terzo maggiore azionista dopo Ferragamo Finanziaria (56,2% delle quote) e la moglie del fondatore, Wanda Miletti (10,7%).
Mentre Piazza Affari sembra invertire la rotta, dopo il crollo innescatosi venerdì, intorno alle 16 le azioni del gruppo guidato da Michele Norsa risultano invariate rispetto alla seduta di ieri, a quota 10,10 euro.
e.f.
stats