Ferrari: il merchandising punta all’estero e potenzia l’e-commerce

Continua il piano di espansione retail, per quanto riguarda il merchandising a marchio Ferrari, con tre nuove aperture previste per l’immediato futuro: a Venezia l’insegna più imminente, a cui faranno seguito Beverly Hills (entro l’anno) e l’Australia, nei prossimi 12 mesi. Mentre fervono i lavori per la rivisitazione del sito, attivo con nuove funzionalità dal mese di settembre.
“Quello che ci spinge – ha raccontato a fashionmagazine.it Giulio Zambeletti, direttore brand development & partners – è il forte desiderio di ulteriore internazionalizzazione, anche per quanto riguarda le merceologie slegate dal ramo auto, di un marchio già segnatamente internazionale”. “Per questo motivo – prosegue Zambeletti – gli opening in progetto a lungo termine prescindono dal nostro Paese, privilegiando Stati Uniti, Giappone, Far East e le capitali europee”.
Sono attualmente 11 gli spazi Ferrari nel mondo, di cui uno a Las Vegas, due in Cina e otto in Italia (il primo, a Maranello, è stato inaugurato nel 2002), mentre l’obiettivo è di arrivare a quota 40-50 worldwide.
“Diverse le proposte – ha sottolineato l’art director Lorenzo Bassetti – dall’abbigliamento uomo, donna e bambino agli accessori e ai giocattoli, tutti venduti in esclusiva nei Ferrari Store e attraverso l’e-commerce”. “Aspetto quest’ultimo – puntualizza Zambeletti – su cui stiamo lavorando assiduamente, con l’obiettivo di favorire un approccio multicanale, reso possibile da nuove funzionalità del nostro sito, online con una struttura più performante a partire da settembre”.
c.b.
stats