Ferrari: imminente la sigla di un contratto di licenza per l’abbigliamento bambino

Un bimbo pieno di spunti e di idee, quello firmato Ferrari. Tante le tipologie di prodotto già sul mercato, sia su licenza a importanti aziende del settore, sia a gestione diretta. Novità per il 2005, l’accordo imminente con un licenziatario per l’abbigliamento under 14.
Attualmente Ferrari dialoga con un doppio canale, quello dei monomarca e quello dei plurigriffe. Ecco perché la produzione bimbo si articola su più livelli. “Le licenze servono per dare corpo al prodotto - spiega a fashionmagazine.it Mariella Mengozzi, direzione brand development & partners e responsabile marketing & pianificazione strategica -. Ai licenziatari, infatti, ci appoggiamo per il network distributivo nei mercati dove non riusciremmo a essere presenti altrimenti”.
Oggi, per la precisione, l’abbigliamento bimbo è in procinto di venire affidato a un licenziatario, le scarpe sono appannaggio della Balducci e per i giocattoli c’è un pool di aziende per i diversi articoli: Mattel (modellini in scala, Barbie e giochi in genere), Lego (costrizioni), TTToys Toys (macchine elettriche o a pedali), Gummibear (pelouche), Electronic Arts (videogiochi), Smoby (giochi di ruolo). La cartoleria è presidiata da Cartorama mentre Aprica ha in carico i seggiolini da auto.
Ma i monomarca Ferrari si alimentano anche di prodotti a gestione diretta, con l’obiettivo di offrire al consumatore un’offerta completa. Per il bimbo, in particolare, esistono già articoli di abbigliamento (T-shirt, polo, gilet, giacconi, salopette, felpe, cappellini suddivisi per più linee) e prodotti per il tempo libero come bavaglini, sonaglini, zainetti, eccetera. “Basti pensare che oggi il 60% dei prodotti nei negozi Ferrari sono gestiti da noi”, chiarisce la Mengozzi. “Senza contare che esiste un sito Internet dove è possibile fare shopping, www.ferraristore.com”.
Oggi nel negozio di Roma uno spazio di ben 80 metri quadri è dedicato all’universo dei piccoli, a Maranello i metri quadri sono 30. Al momento insegne Ferrari brillano anche negli aeroporti di Milano Malpensa e Bologna, mentre a gennaio è prevista l’inaugurazione di uno spazio a Shanghai e successivamente sarà la volta di Las Vegas, Fiumicino e ancora di Malpensa.
Oggi dell’universo Ferrari fanno parte in totale ben 1.000 prodotti, fra articoli su licenza e prodotti gestiti direttamente dall’azienda. Con entrambi i canali si genera un valore di mercato intorno ai 500 milioni di euro. Oggi il bimbo pesa sul venduto per un 15%
stats