Ferraris (Versace) ipotizza una crescita a cifra doppia anche nel triennio 2012-2014

Intervenendo alla conferenza stampa di apertura di Milano Unica, in mattinata, l'a.d. della maison Versace, Gian Giacomo Ferraris, ha prospettato un anno di crescita a doppia cifra per il gruppo della Medusa, in analogia con il 2011, i cui risultati saranno approvati a fine marzo. Stessa accelerazione è prevista nel triennio 2012-2014, per il quale sono in fase di elaborazione numerose iniziative.
Già allo scorso Pitti Bimbo Ferraris aveva anticipato progetti come il lancio dell'e-commerce (vedi fashionmagazine.it del 20 gennaio). "Si tratta di un business in cui credo molto: si concretizzerà entro quest'anno e ovviamente sarà ‘very Versace, ha assicurato il ceo. La griffe, che realizza all'estero oltre l'80% del proprio fatturato, ha inoltre in programma di raggiungere una serie di mercati promettenti. Ripresa lo scorso anno la distribuzione in Giappone con la main line, nel 2012 sarà la volta dello sbarco di Versus e di Versace Jeans. In agenda ci sono inoltre il ritorno in Corea e la volontà di cogliere le opportunità che offrono il Sud Est asiatico in genere, l'America Latina (in particolare Messico, Colombia e Cile), il Sud Africa ma anche mercarti consolidati come la Vecchia Europa (Londra e Parigi in testa) e gli Usa (a partire da un prossimo opening a New York, a Soho).
Ferraris ha inoltre parlato di "successo oltre ogni previsione" per Atelier Versace alle scorse passerelle dell'alta moda parigina, dopo otto anni di assenza, che segue un'altra mossa vincente: la recente partnership con H&M.
Sulla base di questi presupposti il manager ha dichiarato di vedere con "ragionevole ottimismo" i mesi a venire e ha riconfermato il ritorno alla redditività della società nel 2011 ("Grazie al successo del core business") e una "drastica" riduzione del debito.
e.f.
stats