Fervono i preparativi per gli Istanbul Fashion Days

Il lancio degli Istanbul Fashion Days, previsti dal 26 al 29 agosto, ha messo in fermento la metropoli turca, che si prepara a rivestire il ruolo di European Capital of Culture nel 2010. Molteplici le iniziative programmate per valorizzare la tre giorni di moda che, secondo le previsioni, porterà in città circa 15mila visitatori.
La manifestazione – promossa dall’associazione Turkish Texiles and Ready-to-Wear Exporters (Itkib) in collaborazione con l’Istanbul Fashion Designers’ Association e la nuova Istanbul Fashion Accademy – punta a rivendicare la creatività locale, i cui influssi non hanno mancato di affascinare le principali maison occidentali. Facendo proprio il motto “strong ideas create strong realities” gli organizzatori si pongono così l’obiettivo di dare a Istanbul lo status di capitale dello stile.
Se Hussein Chalayan, Dice Kayek e Atil Kutoglu sono nomi già noti per gli addetti ai lavori a livello internazionale, i Fashion Days metteranno sotto gli occhi dei media, dei buyer e dei brand mondiali anche il talento di designer emergenti che stanno contribuendo a far crescere il made in Turkey, come Arzu Kaprol, Özlem Süer, Mehtap Elaidi, Hakan Yildirim, Bahar Korcan e Idil Tarzi.
“D’ora in avanti gli Istanbul Fashion Days entreranno a far parte del calendario della moda accanto alle sfilate di Milano, Parigi, Londra e New York” spiega Hikmet Tanriverdi, presidente dell’Itkib, che aggiunge: “Con questo evento vogliamo soprattutto evidenziare la creatività, il chiaro senso dello stile e l’alta qualità del prodotto made in Turkey”. La città, famosa per le numerose influenze culturali che si riflettono nella sua poliedrica architettura, fungerà da cornice d’eccezione agli eventi. In particolare, gli edifici storici della Istanbul Technical University saranno il teatro di vari progetti tra cui Koza, un concorso dedicato a giovani stilisti che avranno l’opportunità calcare la passerella.
m.c.
stats