Fiamp insieme a Fondazione Edison per sostenere il settore dell’accessorio moda e persona

In collaborazione con la Fondazione Edison, Fiamp (nuova federazione dell’accessorio moda e persona che raggruppa Anci, Aimpes, Anfao e Federorafi) punta a monitorare un comparto vitale per il made in Italy, che va dalle scarpe ai preziosi, passando per occhiali e borse, in vista di nuove iniziative presentate oggi a Milano.
Fiamp, che raggruppa le associazioni nazionali rispettivamente di calzaturieri, pellettieri, produttori di occhiali, articoli orafi e gioielli, è nata alla fine dello scorso anno e partita poco più di sei mesi fa.
La collaborazione con Fondazione Edison - realtà volta a sostenere iniziative culturali e e di ricerca a sostegno di distretti e sistemi produttivi a carattere locale - prevede la possibilità di un interscambio pluriennale a livello di informazioni qualitative e quantitative, un’approfondita analisi economica dei comparti coinvolti e una valutazione dei punti di forza e di debolezza: l’obiettivo è identificare azioni comuni e condivise di politica industriale e di penetrazione commerciale, come hanno spiegato nella conferenza stampa di oggi a Milano il presidente di Fiamp, Alessandro Biffi, e il vicepresidente della Fondazione Edison, Marco Fortis. “Fiamp – ha detto Biffi - deve rappresentare per le associazioni aderenti e, quindi, per le aziende dell’accessorio moda e persona, una sorta di laboratorio sperimentale di nuove iniziative di attacco del mercato”.
La prima elaborazione di dati congiunturali Fiamp-Fondazione Edison ha mostrato comunque un dato significativo e incoraggiante: nel primo quadrimestre 2005 i quattro settori della federazione hanno registrato un aumento dell’export complessivo pari al 3,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’unico comparto con il segno meno è quello calzaturiero (-5,3%).
a.m.
stats