Fiera Milano acquisisce Expo Cts: siglata lettera di intenti

Fiera Milano spa ha sottoscritto una lettera di intenti con l’Unione del Commercio di Milano per l’acquisizione del 51% della società Expocts, da più di trenta anni attiva nell’organizzazione di manifestazioni fieristiche. Un’operazione che si inquadra nell’ambito di una strategia volta a crescere come organizzatori di manifestazioni, ha spiegato Michele Perini, presidente di Fiera Milano.
Il prezzo offerto, che tiene conto dello sviluppo atteso dalle due parti per le mostre di Expocts anche in seguito all’avvio del nuovo quartiere espositivo di Fiera Milano, è stato suddiviso in una parte a pronti di 7,5 milioni di euro e in una a termine di 2 milioni di euro. Quest’ultima verrà riconosciuta entro trenta giorni dall’approvazione del bilancio 2007-2008 di Expocts, a patto che la sommatoria dell’ebitda del triennio che si chiuderà a quella data non risulti inferiore a 13,4 milioni di euro. Il prezzo a pronti è stato invece definito sulla base di una previsione di crescita più moderata, con un ebitda cumulato relativo al medesimo triennio per circa 10,3 milioni di euro. Il prezzo a pronti include anche un milione di euro relativo alle azioni Fiera Milano sottoscritte da Expocts all’atto del collocamento in Borsa del titolo.
Advisor dell’operazione è stata la Divisione Corporate Finance di Banca Akros. L’Unione del Commercio di Milano resta azionista di minoranza della società e si impegna a non svolgere per un periodo di cinque anni attività in concorrenza con Expocts nell’Unione Europea. ”Crescere come organizzatori di manifestazioni era per noi un obiettivo strategico, accanto allo sviluppo nei servizi espositivi e al rafforzamento dell’internazionalità delle nostre mostre”, ha spiegato Michele Perini, presidente di Fiera Milano spa.
Expocts vanta oggi una posizione di spicco in Italia e in Europa, con marchi prestigiosi in più ambiti: vedi alla voce Bit per il turismo, MilanoVendeModa per la moda, ExpoTrade nel retail, solo per citare qualche esempio.
c.me.
stats