Fila: Stefano di Martino è il nuovo presidente-amministratore delegato per l’Europa

Mattina dedicata all’universo Fila al Magna Pars di via Tortona, a Milano. L’incontro con il nuovo presidente-amministratore delegato per l’Europa, Stefano di Martino, ha preceduto la presentazione della nuova tuta da gara per gli atleti F.I.S.I. ai prossimi Giochi Olimpici d’Inverno a Torino, alla presenza di Alberto Tomba e di atleti della nazionale italiana di sci.
39 anni, Stefano di Martino è entrato nei ranghi di Fila dallo scorso primo ottobre con l’incarico di presidente-amministratore delegato Emea di Fila (Europa, Middle East, Africa). Ha spiegato nel corso dell’incontro gli step fondamentali del suo percorso nell’ambito dell’azienda (un progetto della durata di 3/5 anni), oggi nelle mani del gruppo americano Cerberus, realtà da 20 miliardi di dollari che ha una sezione, la Sbi (Sport Brand International) che si occupa della gestione di marchi sportivi.
Creare un team di persone valido e di grande efficienza per l’intera Europa, con l’ulteriore responsabilità di fornire un solido approccio strategico alla ricostruzione della posizione del brand in mercati multipli; rifocalizzare il business sull’Italia, mercato imprescindibile per il marchio; razionalizzare la distribuzione a costo di tagli di canali; investire pesantemente sul marketing (per l’Italia è stato nominato Marco Ceriani con il ruolo di direttore marketing): sono questi i prossimi obiettivi su cui si concentrerà di Martino. Strategica, in questo momento, è anche la creazione di un magazzino centralizzato in Olanda per tutta l’Europa. Scelta che comunque nel breve comporta la messa in mobilità di 50 persone a Biella. "Ci interessa mantenere salde le nostre radici nella sfera sportiva – ha chiarito di Martino -. Non a caso siamo fornitori ufficiali della F.I.S.I. per lo sci, sponsor degli Internazionali d’Italia di tennis e, per il running, di Giorgio Rondelli, plurimedagliato allenatore di atletica con un vivaio di atleti molto interessante". La messa a fuoco sull’universo sportivo dovrebbe comunque consentire una ricaduta su una fascia più ampia di utenza, tramite azioni di marketing sui media. Considerando anche l’elevato grado di popolarità del marchio presso i consumatori.
Poca soddisfazione ha dato ai presenti di Martino sul fronte delle cifre: l’obiettivo è quello di tornare a crescere dal 2006 a una percentuale costante del 10% annuo. Intanto, per il 2005 il fatturato è atteso in calo di circa il 10/15% con un’ebitda positiva.
Ex campione italiano nei 5.000 metri, di Martino ha un significativo bagaglio di esperienze: ha lavorato in Nike per molti anni con vari incarichi e successivamente è stato presso la Htm Italia (Head, Tyrollia, Mares). Dalle "fila" di Fila è uscito invece Carlo Grippo, che rivestiva l’incarico di managing director marketing and sales per l’Europa.
c.me.
stats