Filati, tessuti e moda vintage di scena da domani a Firenze

Da domani al 29 gennaio si apre la 66esima edizione di Pitti Immagine Filati, che riunisce 100 espositori (nella foto, i filati della milanese Iafil), di cui 15 provenienti dall’estero. Nella stessa location della Fortezza da Basso si svolge in contemporanea Prima Moda Tessuto, un’iniziativa di Pratotrade al secondo appuntamento. La moda d’antan è protagonista di Vintage Selection alla Leopolda.
Tra le novità di Pitti Filati, la versione aggiornata dello Spazio Ricerca, diretto da Angelo Figus e Nicola Miller, che quest’anno ha scelto il tema-titolo “No”. Nell’area, gli allestimenti di Alessandro Moradei presentano le tendenze per la primavera-estate 2011.
“La forza del salone sta nel suo essere laboratorio di ricerca e osservatorio privilegiato delle tendenze della moda del futuro - spiega il vice-direttore generale di Pitti Immagine, Agostino Poletto -. Per questo abbiamo rivoluzionato lo Spazio Ricerca, che entrerà nel vivo della rassegna, spostandosi al piano inferiore del padiglione centrale”.
Numerosi gli appuntamenti, dagli incontri organizzati da Lineapiù e Todd & Duncan, fino al lancio della collezione The Touch di Ormo, con una esposizione dei disegni dello stilista Meltem Pamuk.
In sinergia con Pitti Filati si presenta l’edizione numero due di Prima Moda Tessuto, manifestazione promossa da Pratotrade, che riunisce 49 marchi per 39 aziende, con l’obiettivo di anticipare il calendario delle fiere tessili al fine di una miglior programmazione delle strategie di mercato.
Alla Stazione Leopolda è infine di scena fino al 31 gennaio Vintage Selection, la mostra-mercato di abbigliamento, accessori e oggetti di design vintage. Qui sarà protagonista anche l’exhibition temporanea di interior design il Fragile Memory Box.
m.g.
stats