Filpucci apre filiali negli Stati Uniti e nel Far East

Gli sforzi di Filpucci si concentrano negli Usa, dove è imminente l’apertura di una succursale, e in parallelo nell’area del Far East. L’azienda prevede di chiudere in stabilità il 2002 con un fatturato intorno agli attuali 55 milioni di euro. In particolare, in Estremo Oriente, Filpucci aprirà una sede in Cina a Shangai e una in Corea del Sud, a Seoul. Operazioni consentite dalla solidità della filatura che nonostante l’incerto andamento generale del comparto tessile prevede, dopo le difficoltà del primo semestre, una seconda metà dell’anno in netto recupero.
c.mo.
stats