Fin.part nomina nuovo cda e Soc.Gen acquista partecipazione sopra il 2%

L’assemblea degli azionisti di Fin.part, che si prepara ad avviare un nuovo piano strategico-operativo, ha deliberato ieri la riduzione del cda, che scende da 11 a 5 membri. Dall’aggiornamento delle partecipazioni rilevanti pubblicato dalla Consob si rileva inoltre che Société Générale ha una partecipazione nella società, detenuta a titolo di gestione fondi comuni, del 2,15%.
Per tre esercizi fino all'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2006, il board della holding della moda sarà costituito quindi dal presidente e a.d. Gianni Mazzola (azionista di maggioranza con una quota del 12,88%) e dai consiglieri Michele Carpaneda, Guido Cuzzolin, Claudio Morat e Roberto Rossi.
Per gli esercizi 2004-2006 il controllo contabile di Fin.part è stato affidato alla Mazars & Guerard. L'advisor Franco Tatò & Partners, nominato dal board martedì scorso, supporterà invece la società nell’attuazione del piano strategico ( vedi fashionmagazine.it di ieri), in base al quale il gruppo intende "azzerare il debito operativo in capo alle subholding e generare flussi di cassa stabili e prevedibili".
Come conferma la società in una nota, a breve sarà reso noto il piano finanziario nella sua completa definizione. A questo proposito, nel corso dell’assemblea il presidente Mazzola ha riferito che nel 2003 e nei primi mesi di quest’anno Fin.part ha subito una costante riduzione delle linee di credito concesse dagli istituti bancari – pari a 42 milioni di euro –, solo parzialmente compensata dai 20 milioni di linee temporanee a finanziamento della stagione autunno/inverno 2003-2004 concesse al gruppo Pepper Industries e a oggi sostanzialmente rimborsate.
e.f.
stats