Finartis nega propositi di cessione della quota in Escada

Spegnendo i rumor su una possibile uscita dal capitale di Escada, Finartis Group Sa - finanziaria svizzera con cui il chairman Rustam Aksenenko controlla quasi il 25% del gruppo del lusso tedesco - precisa oggi che il suo investimento è di lungo periodo. "Non abbiamo negoziato e non stiamo negoziando la vendita della nostra partecipazione", afferma lo stesso Aksenenko.
L'investitore russo ha confermato, senza fare nomi, di avere ricevuto varie offerte recentemente (nei giorni scorsi la stampa locale ha parlato dell'interesse di un membro della famiglia Herz, come pure del gruppo bancario Ubs, che avrebbe agito per conto del miliardario indiano Lakshmi Mittal), ma ha ribadito di non avere avviato alcuna trattativa.
“Noi crediamo nelle potenzialità della griffe. Inoltre, concordiamo con il management e supporteremo le strategie in atto”, ha chiarito Aksenenko, la cui partecipazione supera il 26% del capitale (oltre al 24,8% in capo a Finartis, attraverso il fondo Fcmh, è infatti proprietario, a titolo personale, di un altro 1,4% delle quote).
e.f.
stats